Terrasini, elezioni: ricorso contro l’assegnazione di 8 seggi. A rischio la maggioranza di Cucinella

Rischiano il seggio, otto consiglieri comunali dei gruppi di maggioranza a Terrasini. L’obiettivo è annullare la loro elezione all’assise civica perchè la legge sarebbe stata applicata scorrettamente. Almeno secondo sei candidati che hanno presentato ricorso al Tar contestando l’attribuzione del premio di maggioranza che ha assegnato dodici consiglieri al sindaco Massimo Cucinella. Il dubbio è se è stato corretto conteggiare o meno, i voti delle liste che non hanno superato il cinque per cento. Al posto degli otto consiglieri comunali al centro del ricorso, potrebbero esserne eletti altrettanti rimasti esclusi. E’ Giovanni Pitruzzella, uno dei maggiori esponenti di diritto costituzionale a difendere l’istanza contro sindaco, consiglio comunale e l’ufficio centrale che ha sancito la proclamazione. Oltre a Pitruzzella, il ricorso è difeso dagli avvocati Antonietta Sartorio e Stefano Polizzotto.
Secondo la legge elettorale, al primo cittadino spetta il 60% dei consiglieri, ma a condizione che la coalizione perdente non abbia raggiunto il 50% dei voti validi. Ed è proprio in questi calcoli che la situazione si fa complessa. Al ballottaggio la coalizione di Giuseppe Cammilleri si era apparentata con un paio di liste legate ai candidati esclusi al primo turno: Antonio Giannettino e Graziella Moceri. Secondo le proiezioni, il nuovo asse superava il 50% dei voti e anche in caso di sconfitta avrebbero avuto, in consiglio comunale, più rappresentati di Cucinella. Nella stima dei voti validi, secondo quanto riporta oggi il Giornale di Sicilia, il gruppo Cammilleri non ha calcolato le tre liste che non avevano raggiunto il 5%: l’Udc e le due a sostegno di Antonio Gallina. L’ufficio centrale che proclamato i nuovi eletti, le ha messe dentro invece, facendo scivolare la percentuale sotto il 50. Per conseguenza, Cucinella ha avuto la maggioranza con 12 seggi su 20 totali. Per lo studio legale Pitruzzella invece, la legge non sarebbe stata applicata in modo corretto poiché non dovevano essere conteggiata le tre liste che non avevano superato la soglia del 5%. Il Tar che si pronuncerà dopo l’estate, potrebbe sconvolgere l’esito delle elezioni e il quadro politico locale. La coalizione di Cucinella potrebbe perdere 8 seggi che verrebbero assegnati alle liste di Cammilleri, che così, conquisterebbe la maggioranza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: