Cinisi: il cons. Manzella chiede chiarimenti sulla crisi idrica estiva

Il consigliere comunale Giuseppe Manzella presenta la sua interrogazione urgente con richiesta di risposta orale e trattazione in Consiglio Comunale riguardo la carenza idrica durante il periodo  estivo in diverse zone periferiche del comune di Cinisi.

G. Manzella Vice-Presidente Consiglio Comunale Cinisi

Premesso che il Comune di Cinisi ha aderito all’ATO idrico e che servizio idrico, le reti e le fonte di approvvigionamento sono gestite dall’ APS;

L’acqua è fonte di vita, senza acqua non c’è vita, pertanto è un bene comune dell’umanità, un bene irrinunciabile che appartiene a tutti e che  in funzione del preminente interesse generale costituisce servizio pubblico essenziale (Art.43 della Costituzione della Repubblica Italiana), la cui indisponibilità determina situazioni di innegabile disagio per la cittadinanza, per le attività produttive ed economiche e in particolare per le famiglie in presenza di bambini e anziani;

Inoltre il nostro Comune viene approvvigionato dal 1923 dalla Sorgente Sanzotta che si trova nel Comune di Borgetto e grazie alla genialità dell’Ing. P. Sbacchi e il lavoro dei nostri nonni questa soddisfa in parte ancora oggi l’esigenza idrica della  nostra cittadina, successivamente l’approvvigionamento idrico  è stata integrato con due nuovi pozzi ricadenti nel nostro territorio per colmare le richieste sempre maggiori dell’utenza e del territorio, visto il numero sempre crescente di residenti e di villeggianti che utilizzano le villette solo nel periodo estivo . Infatti in tale periodo il territorio è storicamente interessato da carenza di acqua in rapporto ai fabbisogni reali dell’utenza e in rapporto alle risorse disponibili. Solo negli ultimi anni tale fenomeno è stato in parte attenuato, dagli approvvigionamenti provenienti dall’ Invaso Poma.


Tuttavia
che anche quest’anno si sono verificati alcuni episodi di mancanza di acqua sul territorio Comunale soprattutto nel periodo estivo e in particolare in alcune zone  periferiche: Via Sciascia, complesso Giada,  Via Peppino Impastato, Via Nazionale, zona Fondo Orsa e Pozzillo e la carenza idrica purtroppo non esclude anche porzioni di territori urbano.

Tale carenza si verifica in piena stagione estiva in un quando il nostro territorio è fortemente interessato della presenza di villeggianti e turisti che scelgono la nostra cittadina per le loro vacanze;

Le richieste e segnalazioni di disagio, rivolte dai cittadini agli uffici Tecnici Comunali e alla società APS “ Acque potabili Siciliane” hanno spesso avuto risposte vaghe e imprecise senza aver avuto certezze e sicurezze sulla risoluzione del problema;

 CHIEDE AL SINDACO

– in che numero e in quali zone del comune si sono verificati episodi di mancanza di acqua nel corso del periodo estivo 2011;

– quali sono state le misure adottate dal gestore del servizio in accordo con l’Amministrazione comunale per sopperire alla strutturale carenze di risorsa idrica   del nostro territorio  negli ultimi anni;

– quali siano  state le misure di emergenza attivate dal gestore in seguito al verificarsi della situazione di mancanza di acqua in alcune zone periferiche, complesso Giada, Via Peppino Impastato, zona Fondo Orsa e Pozzillo e porzioni di territorio urbano;

– quali sono ad oggi le fonti di approvvigionamento della risorsa idrica presenti sul territorio comunale e quanta acqua queste forniscano in relazione ai fabbisogni stimati;
– se l’Amministrazione Comunale intenda concordare con il gestore misure e progetti necessari a ridurre la probabilità che si ripetano episodi di mancanza d’acqua sul territorio Comunale.
– come intende risolvere la problematica dei tubi di polietilene posati letteralmente sull’asfalto stradale che interessano la Via Caruso;

– come intende risolvere il continuo ritardo negli interventi di manutenzione delle perdite di acqua sia della rete comunale ma anche quella della sorgente Sanzotta;

– quali iniziative si intendono intraprendere,ed in quali tempi,allo scopo di dare piena attuazione alla volontà democraticamente espressa dalle cittadine e dai cittadini di questo Paese e di questa comunità  locale nei referendum sull’acqua pubblica del 12-13 Giugno c.a.

– come intendere risolvere i continui disaggi causati alla cittadinanza dalla mancata apertura nel nostro Comune da parte di APS  (acque potabili siciliane) di un ufficio informativo per l’utenza.
-per quali motivi per quasi tutto il periodo di estivo, sono rimaste a secco le fontane pubbliche da sempre fondamentali per la sopravvivenza anche della nostra “Bovina Cinisara”;

Se ne richiede l’iscrizione all’o.d.g. del prossimo Consiglio Comunale”.

Cinisi 30-08-2011

Consigliere Comunale

Giuseppe Manzella

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: