Rari Nantes Terrasini: Costituito il “Comitato Genitori” per il buon funzionamento della piscina comunale

Iniziativa dei genitori degli atleti della Rari Nantes Terrasini

Lodevole iniziativa dei genitori dei ragazzi tesserati con la società Rari Nantes Terrasini presieduta da Rosolino Giliberti e che usufruiscono della piscina comunale di contrada Piano Torre, per i corsi di nuoto, di pallanuoto e di salvamento, hanno costituito un comitato che si propone a supporto del personale presente, per il buon funzionamento ed utilizzo della piscina comunale.

Il presidente dell’associazione costituitasi il 4 ottobre è il signor Mario Ponte, padre di Marina allenatrice di Pallavolo, mentre all’interno del direttivo vi sono i genitori che da sempre sono affianco dei loro figli, nella maggior parte dei casi si autotassano per effettuare lunghe trasferte e per il buon funzionamento della stessa struttura.

Non è una critica, ma un semplice consiglio, perché non coinvolgere anche i genitori delle altre società sportive presenti in “vasca”, come dice il proverbio, “l’unione fa la forza”.

Ecco per intero il documento ricevuto via mail

“COMITATO GENITORI

PRO PISCINA COMUNALE

Al Sig. Sindaco del Comune di Terrasini

All’Assessore allo Sport del Comune di Terrasini

Al Presidente del Consiglio Comunale

Al Capo Area 9 Arch. G. Aldo Carano

Alle Associazioni Sportive di Nuoto

Ai Presidi degli Istituti Scolastici

Ai Comitati Genitori delle Associazioni Scolastiche

Terrasini – paese di mare, paese in cui da circa quaranta anni si respira la cultura sportiva del nuoto e della pallanuoto, sta vedendo in questi ultimi anni, crescere sempre più, la passione di tanti giovani impegnati oggi nelle diverse attività sportive che si realizzano all’interno dell’impianto sportivo cittadino.

La piscina comunale di Terrasini, fiore all’occhiello del versante occidentale della provincia di Palermo, dopo essere stata chiusa per diversi anni e dopo tante peregrinazioni degli atleti,  è diventata oggi un punto di aggregazione giovanile importante.

Di proprietà del Comune di Terrasini, è aperta al pubblico dal lunedì al sabato, è dotata di una vasca corta di 33 metri, scoperta con acqua riscaldata, ed è sorvegliata da personale comunale qualificato. Durante la settimana si svolgono corsi di nuoto, pallanuoto e di salvataggio. Ospita gli incontri casalinghi della Rari Nantes Terrasini impegnata nei campionati nazionali e regionali seniores e juniores di pallanuoto.

Nel 2010 ha ospitato le semifinali nazionali del campionato U17B maschile di pallanuoto.

Fa rabbia pensare che una realtà così importante, che annualmente conta 3000 iscritti, si trovi giornalmente a vivere forti disagi tecnici e manutentivi che, se non risolti, rischiano di inficiare non solo la serena programmazione delle attività ma, se non attenzionati e risolti, potrebbero “rovinare” pesantemente un impianto sportivo ambito e vivaio di aggregazione e sani principi educativi.

La società di pallanuoto, la Rari Nantes Terrasini, che, ad oggi, vanta diverse formazioni, Mini pallanuoto, Under 13, Under 15, Under 17 e Serie C,  sta vedendo sbocciare talentuosi atleti, inseriti oggi in realtà importanti grazie al sacrificio ed all’abnegazione dell’intera società che è riuscita ad allestire uno splendido esempio di educazione ed aggregazione sportiva in un contesto sociale e culturale che, di certo non gode di grandi possibilità e spazi ricreativi per i ragazzi.

Pertanto si rende noto che, oggi, giorno 04.10.2011 si costituisce a Terrasini un comitato a supporto del buon funzionamento ed utilizzo della piscina comunale.

Scopo di questo comitato è quello di:

a) sensibilizzare attivamente le istituzioni ai problemi dell’impianto;

b) aiutare l’indipendenza economica delle società locali con la promozione di tornei e manifestazioni culturali e sportive;

c) promuovere corsi di nuoto per i diversamente abili;

d) assumere autonome iniziative come l’organizzazione di eventi, la pubblicazione di un bollettino per i genitori, la costruzione di un sito web;

e) elaborare proposte e focalizzare problemi ampiamente condivisi.

Nonostante la nostra associazione sia apartitica, apolitica, laica e non si riconosca in nessun pensiero o corrente discriminatoria per qualsiasi individuo, siamo pronti a diventare, con il nostro impegno, gruppo di pressione allo scopo di raggiungere un obiettivo che sta a tutti a cuore, ovvero che la piscina comunale di Terrasini possa continuare ad essere centro di aggregazione ed educazione per i giovani di Terrasini e dei paesi vicini.

La presente iniziativa rimane aperta a chiunque altro condivida i principi ispiratori del Comitato genitori Pro – piscina, che può sottoscrivere il documento per adesione.

Gli organizzatori nominano presidente del Comitato Genitori Pro Piscina, il Sig.Mario Ponte al quale vengono conferiti i poteri di rappresentanza del Comitato nei rapporti con terzi, di organizzazione e direzione interna.

  • Il Presidente:   Mario Ponte
  • Il Consigliere:   Francesca Chirco
  • Il Consigliere:   Benedetta Maniaci
  • Il Consigliere:   Enrico Sciara
  • Il Consigliere:   Gioacchino Vaccaro
  • Il Consigliere:   Salvatore Bommarito

I Soci fondatori:

  • Giuseppe Candela
  • Giovanni Bittau
  • Aurelio Rapisarda
  • Salvatore Badalamenti
  • Salvatore Bommarito
  • Alessandro Sucameli
  • Natale Biundo
  • Carla Di Santo
  • Maria Concetta Messina
  • Elisabetta Bommarito
  • Roberto Palazzolo
  • Francesco Palazzolo
  • Rosangela Cracchiolo

Fabrizio Campagnano – SportdelGolfo.com

Annunci

Una Risposta

  1. Questo è ciò che dice un vero intenditore : leggete :07 Ottobre 2011 – “Ambire a grandi traguardi è legittimo e sacrosanto, ma le vittorie si “costruiscono” e non si “comprano”. Così interviene Bruno Cufino, allenatore di grandissima esperienza, sul sito http://www.waterpolodevelopmentworld.com, per evidenziare come da un momento di grandissima crisi economica mondiale, la pallanuoto possa trarre addirittura dei vantaggi. Spiega Mister Cufino: ” In periodi di grande incertezza economica come quello che viviamo, ritengo che sia importante che tutti lavorino con una progettualità davvero ampia, valorizzando agli estremi, utilizzandole, le risorse interne, quindi il prodotto tecnico locale“. Imparare a “costruire sport”, e trovare in ciò gusto, passione e gratificazione è la strada corretta da intraprendere per crescere e trovarsi magari fra 4-5 anni ai vertici della pallanuoto nazionale e mondiale. Quando si chiede a Bruno Cufino dove i Club dovrebbero investire i propri soldi, il tecnico non ha nessun dubbio e risponde: “Abbandonando il cosiddetto mercato o riducendolo all’essenziale, e trasferendo i suoi costi su capitoli di spesa che rispondono al nome di spazi d’acqua, palestre, sistemi di studio telematici, stages, etc , e soprattutto tecnici professionisti e di alto livello, si può ottenere il duplice risultato di contenere i bilanci e contribuire alla “produzione tecnica nazionale”. A tutti gli addetti ai lavori, deve arrivare questo messaggio, investire sui giovani locali, aumentare il più possibile il numero degli iscritti ai settori giovanili e potenziare le scuole di pallanuoto. In una frase il messaggio di Mister Cufino: “Usare la crescita per contenere i costi!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: