I pm di Palermo volano a Bangkok, trattative per l’estradizione di Palazzolo

Sono partiti oggi il procuratore aggiunto Antonio Ingroia e il sostituto Gaetano Paci, con l’obiettivo di supportare la richiesta di estradizione avanzata dal governo italiano nei confronti delle autorità tailandesi, per la consegna del tesoriere di Riina e Provenzano

Le trattative vanno avanti ormai da settimane, ma ancora senza un risultato chiaro. Così, adesso, andranno i magistrati di Palermo per supportare la richiesta di estradizione nei confronti di Vito Roberto Palazzolo, attualmente detenuto in Thailandia. Il finanziere originario di Terrasini era stato bloccato il 31 marzo all’aeroporto di Bangkok e il 20 aprile era stato sottoposto a un arresto provvisorio “per fini estradizionali”, misura che nel paese del sud-est asiatico scade dopo 90 giorni.
I pm di Palermo hanno il compito di dimostrare alle autorità giudiziarie di Bangkok la caratura criminale di Palazzolo, 65 anni, considerato il finanziere di Cosa nostra, già condannato con una sentenza passata in giudicato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: