Auguri difficili ma pur sempre auguri

Roberto Conigliaro image

Affinchè il Natale travolga tutti di buoni sent …. No questi auguri non vanno bene, li ho già scritti lo scorso anno.
Che questo Natale possa port … No anche questo l’ho già scritto l’anno prima.
Il Natale è arrivato e i nostri cuori sono invas …. Ehm, no, proprio non ci siamo ancora, perché quest’anno non ci sono auguri che tengano, mi pare evidente la difficoltà di farli.
Non ero mai arrivato al 24 dicembre senza fare la scelta tra i tanti calendari che mi venivano regalati. Oggi non ne ho ancora nemmeno uno. Si tratta, quindi, di fronte alla buona creanza di porgere auguri, di avere dei buoni motivi per farli. Vediamo di trovarli.
Il nuovo anno ci porta un nuovo Ambito Raccolta Ottimale, che prenderà il posto del satanico Ato Pa1, negli ultimi anni fonte di tante disgrazie e sperperi.
Siamo obbligati a farli gli auguri, ai più di 30.000 abitanti che costituiscono l’ARO tra Terrasini, Cinisi e Borgetto, perché il progetto che è stato presentato costerà all’incirca 6Mln di € l’anno.
Il progetto però prevede una raccolta virtuosa, con una capillare differenziata gestita da 70 operatori provenienti dall’Ato Pa1, che andranno in giro nei centri urbani a raccogliere porta a porta i rifiuti differenziati. Nelle zone extra-urbane e nelle contrade, la raccolta sarà di prossimità. Gli utenti conferiranno i rifiuti negli appositi cassonetti differenziati per tipologia e posti nelle vicinanze delle abitazioni.
Il sistema dovrebbe funzionare bene grazie all’isola ecologica prevista a Borgetto e al Centro comunale di raccolta, previsto in via Falcone a Cinisi, nei pressi dello svincolo autostradale.
Saranno poi implementati servizio di spazzamento, discerbamento, raccolta rifiuti ingombranti, pericolosi e/o abbandonati. Si stima una raccolta differenziata al 50% entro il primo anno e una quota al 75% dal secondo anno in poi. La restante parte sarà conferita in discarica a Siculiana.
Alcuni aspetti meritano un approfondimento. Per esempio, a che serve dare in gestione esterna il servizio se il personale, gli automezzi e le attrezzature per il Ccr e l’Isola ecologica sono finanziati dai tre Comuni? Basterebbe un unico ufficio a gestire il sistema, abbastanza semplice, e se proprio i tecnici dei tre comuni non possono, perché impegnati con altre mansioni altrettanto impegnative, si può incaricare un manager, naturalmente senza strapagarlo.
Inoltre, il Ccr e l’Isola ecologica, i due centri nevralgici del sistema da cui si recuperano risorse economiche, dopo essere stati realizzati con i fondi dei tre Comuni per un totale di circa 100.000€, saranno affidati alla gestione esterna. Ancora, nessuno garantisce che si possano mettere a regime dei sistemi per incentivare la raccolta. L’unico modo per farlo, come ha dimostrato l’Ecopunto di Cinisi, è renderla economicamente vantaggiosa per l’utente. Nei Ccr, infatti, chiunque dovrebbe poter entrare e conferire il proprio rifiuto differenziato pesato ed averne riconosciuto un vantaggio, ad esempio uno sconto sulla Tassa o punti da poter poi scambiare con merci di vario tipo. Sul progetto è prevista l’eventualità ma che venga fatto non è assicurato. Inoltre, si legge una proiezione economica sui costi di smaltimento del differenziato. In tutto ammonterebbero a 1.150Mln€. Da questi bisogna sottrarre i circa 250.000€ di rimborsi CONAI. Ma quanto costerà il conferimento in discarica dell’indifferenziato se consideriamo che, attualmente, un servizio praticamente non svolto costa circa 2.500Mln€ a Terrasini e altrettanti a Cinisi? Infine, il sistema sarà bloccato, cioè nessuno al di fuori del gestore potrà inserirsi in modo virtuoso nella raccolta differenziata, per potenziarla sempre di più.
Altri auguri sono per il Centro commerciale in C/da Bosco Tagliato a Cinisi. È stata approvato in Conf. di servizi lo scorso 19 Dicembre, a patto che il vicino distributore di benzina sia smantellato. Praticamente, chi acquista l’area dovrà anche comprare il distributore. Si narra che Ikea potrebbe sbarcare a Cinisi. Nessuno, però, ha manifestato giubilo. Come ha dimostrato il Poseidon di Carini, i Centri commerciali deprimono economicamente i territori limitrofi. In questo caso, proprio non sappiamo cosa augurare.
Ancora auguri per la riconsegna delle reti idriche in seguito al fallimento dell’Aps, a Terrasini saranno consegnare il prossimo 22 Gennaio. Su questo fronte, la speranza è di avere di nuovo acqua potabile, un servizio più efficiente e responsabili facilmente individuati.
Inoltre, il nuovo anno porterà un nuovo sindaco a Cinisi. Ormai gli sfidanti sono tutti in campo a cominciare da Giangiacomo Palazzolo, che ha ufficializzato il 21 scorso con una manifestazione molto popolata, ma si sapeva già da mesi che era lui il prescelto dalla maggioranza politica di governo cittadino, seguito da Conny Impastato del Movimento La Rigenerazione, che nel settore dell’inefficienza dell’Ato Pa1 ha coordinato alcune campagne di protesta ben riuscite negli scorsi mesi e poi c’è Sergio Palazzolo, anche lui candidato di un non meglio definito movimento civico. Nessuna notizia pervenuta da parte del Pd.
Auguri a tutti e tre per una competizione all’insegna dell’efficienza, della correttezza e dell’affidabilità dei programmi.
E, infine ma non ultimi, Auguri a tutti i nostri lettori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: