Cinisi, il Movimento 5 stelle critica l’ordinanza sui rifiuti

5 stelle“Ancor prima di parlare di interventi sanzionatori verso i cittadini si deve rendere efficiente il servizio di raccolta dei rifiuti. Bisogna che l’amministratore intervenga affinché non vi siano più interruzioni, ed i primi interventi sanzionatori dovrebbero essere rivolti verso chi gestisce la raccolta dei rifiuti. Il Sindaco deve far valere i diritti dei cittadini che rappresenta, non pensare solo a punirne i comportamenti scorretti. Ricordiamo che in questa situazione i cittadini sono le vittime.
I colpevoli sono altri.” Esordisce così il movimento 5 stelle di Cinisi commentando l’ordinanza emessa dal sindaco Giangiacomo Palazzolo, con la quale si regolamentano le modalità del conferimento dei rifiuti solidi urbani. Nel provvedimento, infatti, il primo cittadino motiva le sanzioni previste, scrivendo che è necessario scoraggiare il comportamento di pochi che compromettono l’igiene e il decoro del centro abitato. Entrando nel merito delle direttive dettate sugli orari di conferimento dei rifiuti davanti l’uscio di casa e cioè dalle 6 alle 8,30 dal lunedì al sabato, esclusi i festivi, il Movimento 5 stelle evidenzia che il servizio di raccolta porta a porta non viene svolto in questa fascia oraria e che quindi, di conseguenza, i cittadini contravvengono alla disposizione. Inoltre i residenti nelle zone non servite dallo stesso servizio vengono invitati a conferire i sacchetti nei cassonetti dalla domenica al venerdi, sabato escluso, dalle ore 20 alle 7 del giorno successivo. Il risultato, visto che il servizio di svuotamento non avviene regolarmente, è che le postazioni sono sempre intasate di rifiuti e che i cittadini spesso si ritrovano a violare le disposizioni, perché costretti a lasciare i sacchetti della spazzatura anche per terra. Per quanto concerne i rifiuti ingombranti, scrive ancora il movimento penta stellato, il servizio fornito dal numero telefonico indicato ai cittadini per prenotare il loro ritiro, è inaccettabile. Gli utenti sarebbero costretti ad aspettare anche mesi. Il Movimento 5 stelle, quindi, chiede al sindaco Giangiacomo Palazzolo di intraprendere eventuali azioni legali nei confronti della dirigenza dellìambito territoriale ottimale Palermo 1 per le continue interruzioni del servizio pubblico subite dal paese, piuttosto che multare i cittadini, costretti dall’inefficienza del servizio, a contravvenire alle disposizioni di legge.

5 stelle1

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: