I carabinieri indagano su un presunto caso di peculato al Comune di Cinisi

Comune_di_CinisiRischia una denuncia a piede libero con l’accusa di abuso d’ufficio e peculato, un funzionario in servizio al Comune di Cinisi che risiede a Partinico. L’uomo, avrebbe utilizzato quotidianamente per scopi personali, un’autovettura di servizio di proprietà dell’ente locale, per tragitti verso l’abitazione privata che dista circa 15 km dal posto di lavoro. A seguito di alcune segnalazioni pervenute al 112, i carabinieri della Compagnia di Carini stanno seguendo gli accertamenti di rito. Ai controlli avrebbero collaborato anche i militari del nucleo radiomobile della compagnia di Partinico e i colleghi della stazione di Cinisi che, starebbero valutando se l’uso improprio possa essere avvenuto temporaneamente e in via del tutto eccezionale o in modo continuativo. Al vaglio degli inquirenti, c’è anche il fatto se il veicolo possa essere stato utilizzato per finalità istituzionali dell’ufficio, in orari straordinari che abbiano di fatto impedito all’impiegato di riportarlo in Comune, ormai chiuso per procedere alla sostituzione con la propria autovettura. I militari sono alla ricerca di una serie di elementi di prova dimostrativi del fatto che, a tale legittimo utilizzo, ve ne sia stato un altro del tutto illegittimo, e cioè quello di usare l’automobile di servizio come cosa propria. Occorre anche valutare se l’autovettura sia stata utilizzata dallo stesso anche in giorni prefestivi e festivi, per scopi estranei a quelli dell’ufficio in cui lavora. Le indagini a suo carico sono in corso e in attesa di sviluppi.

Tratto da Teleoccidente.it

Una Risposta

  1. Non ci trovo nulla di strano. Tutto il pubblico impiago ha usato le macchine delle amministrazioni per portare e riprendere figli a scuola, per portare il giornale omaggio dal CMP di Palermo in via Ausonia, per fare la spesa e per tante altre bisogni non attinenti al lavoro, ma allo sperpero della cosa pubblica. La Finocchiaro è stata fotografata con la scorta mentre uno della scorta spingeva il carrello della spesa e lei mi sembra guardava la padella da comprare. I problemi dell’Italia non sono questi. Si deve mirare in alto e non far vedere che il pidocchio ha la tosse, colpendo in basso . E’ naturale che sono comportamenti scorretti che vanno rieducati. La filosofia del muro basso dove si appoggiano tutti non mi piace, mentre i muri alti si fottono lo stato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: