Terrasini. A Città del Mare, 15 studenti a lezioni di cucina senza glutine

E’ iniziato all’hotel Città del Mare di Terrasini, il corso per “Operatore della ristorazione, esperto in tecniche di cucina vegetariana e senza glutine”, che coinvolge 15 giovani tra disoccupati e inoccupati dei comuni del carinese. Gli aspiranti chef, effettueranno uno stage di 150 ore all’interno dello struttura turistica. L’iniziativa è dell’associazione “Amico Mio” di Carini, realizzata grazia ad un finanziato dalla Regione Siciliana e dal fondo sociale Europeo.

Annunci

La Festa di li Schietti

CENNI SULLA FESTA

Il giorno di pasqua a Terrasini ricorre un’antica tradizione, ” La Festa di li Schietti”, le prime testimonianze della Festa di li Schietti risalgono intorno al 1850-1860. Composta da un comitato di scapoli che si cementano nell’alzata di un melangolo (Arancio Amaro) di circa 50 Kg. dal 1977 questa tradizione si celebra anche a Detroit (U.S.A.), dove un folto numero di compaesani e riunito a far conoscere questo evento anche oltreoceano.
La Festa inizia il sabato mattina con il rituale taglio dell’albero, nell’occasione in aperta campagna si svolge una degustazione (la cosi detta “manciata”) con prodotti tipici locali (formaggio, olive, vino, pesce”sarde” carne di montone “Crasto” arance ecc;. Nel pomeriggio l’albero, addobbato con nastrini colorati e “ciancianeddi”, viene portato su un Carretto Siciliano e condotto in giro per le vie del paese accompagnato da gruppi Folkloristici e dalla banda musicale del paese.
La domenica mattina, subito dopo la S. Messa, l’albero viene benedetto dall’arciprete della Chiesa Madre, “Maria SS. delle Grazie” la festa continua per tutta la mattinata in giro per le vie del paese e gli schietti, portano l’albero sotto il balcone della “Zita” (fidanzata) le danno una dimostrazione della loro forza.
Nel Pomeriggio gli schietti si cimentano in una gara di resistenza in Piazza Duomo, alla fine verranno premiati i primi tre che anno totalizzato più secondi.
La festa si conclude con uno spettacolo, sempre in Piazza Duomo, e i giochi pirotecnici al lungomare.

PROGRAMMA 

Sabato 16 Aprile

ore 15.30 – C.da Craparia (Zucco): Taglio e addobbo dell’albero dei pulcini, degustazione di sfincione.

Domenica 17 Aprile

ore 08.00 – Chiesa Maria SS. del Rosario: Benedizione e alzata dell’albero dei pulcini.
ore 09.00 – Sfilata con l’albero per le vie del paese.
ore 15.30 – Piazza Duomo: Inizio gara dell’alzata dell’albero.
ore 18.00 – Piazza Duomo: Premiazione dei campioni categoria “Pulcini”.

Venerdi 22 Aprile 

ore 20.00 – Chiesa Madre “Maria SS. delle Grazie”: Solenne Processione

Sabato 23 Aprile

ore 07.30 – C.da Paterna: Taglio dell’albero con banda musicale.
ore 08.00 – Tamburinata per le vie del paese.
ore 10.30 – C.da Gazzara: “Manciata” a base di prodotti tipici siciliani con la partecipazione della Pro-Loco e spettacoli folkloristici.
ore 11.00 – Piazza Duomo: Raduno d’auto d’epoca e sportive in collaborazione con il Circolo “Vernagallo”
ore 14.30 -Viale Consiglio (presso Scuola Media): Sparo di mortaretti e inizio sfilata dei carretti siciliani con esibizione Banda Musicale “G. Puccini” di Terrasini e gruppi folkloristici siciliani. Sfilata di cavalli con i costumi tipici siciliani a cura di Nicola Cucinella.
ore 17.00 – C.da Paterna: Addobbo degli alberi a cura del Comitato.

Domenica 24 Aprile 

ore 07.30 – Chiesa Madre “Maria SS. delle Grazie”: Santa Messa officiata dall’ Arciprete Don Renzo Cannella.
ore 08.30 – Spari di mortaretti.
ore 08.30 – Piazza Duomo: Benedizione e alzata dell’albero
ore 10.00 – Sfilata degli “Schietti” con l’albero per le vie del paese.
ore 10.30 – Sfilata dei carretti siciliani e gruppo folk per le vie del paese.
ore 16.00 – Piazza Duomo: Inizio gara dell’alzata dell’albero categoria “schietti” e “maritati”.
ore 20.00 – Piazza Duomo: Premiazione.
ore 22.00 – Piazza Duomo: Spettacolo musicale con Manuel Aspidie intrattenimento cabarettistico di Sasà Salvaggio.
ore 24.00 – Piazza Duomo: Spettacolo di giochi pirotecnici e…”sorpresa”.

Lunedi 25 Aprile – Lunedi dell’Angelo.

ore 21.00 – Piazza Duomo: Spettacolo di musica popolare in memoria di Rosa Balistreri “Da Rosa a Rosa” a cura della Coop. “Henry D’Aumale”.

Il programma del Progetto Henri d’Aumale sull’emergenza rifiuti: istituire isola ecologica.

Terrasini si è risvegliata avvolta dalla diossina sprigionata dai cumuli di immondizia dati alle fiamme. La salute pubblica è a serio rischio.

I rifiuti giacciono sulle nostre strade da ben 9 giorni e solo oggi, venerdi 8 aprile, grazie ad un decreto emanato dall’Assessorato Regionale all’Energia, sarà ripresa la raccolta dei rifiuti solidi urbani nei comuni della società d’ambito territoriale Palermo 1.

A parte che passeranno giorni prima che la situazione torni alla normalità, la preoccupazione più grande, con l’estate alle porte, è che l’emergenza, con i cassonetti stracolmi di rifiuti, si riproponga nell’immediato.

Ecco perché il nostro programma elettorale, nella parte riguardante l’igiene ambientale, prevede di istituire un’isola ecologica dove accumulare i rifiuti non prelevati a causa di possibili inadempimenti da parte della società preposta e di rivalersi con la stessa società per le spese affrontate per il conferimento dei rifiuti nel sito momentaneo.

 

L’istituzione di un’isola ecologica, in un’area da individuare, possibilmente in un bene confiscato alla mafia, consentirebbe di evitare il riproporsi di scenari come quelli odierni che mostrano un paese letteralmente sommerso dall’immondizia.

 

A parte l’isola ecologica, i punti fermi del programma del candidato sindaco Antonio Gallina, in tema di igiene ambientale, sono: la necessità di incentivare la politica della raccolta differenziata; la gestione del ciclo dei rifiuti (a partire dalla differenziata) come volano di sviluppo economico ed occupazione per il territorio; reperire risorse economiche supplementari attraverso il conferimento dei rifiuti riciclabili a consorzi pubblici e privati; il costante monitoraggio sulla scrupolosa esecuzione di tutti gli adempimenti di contratto previsti con le società preposte al servizio.

 

Terrasini, 8 aprile 2011

 

Progetto Henri d’Aumale

Antonio Gallina, candidato sindaco di Terrasini

 

15 – 16 e 17 Aprile 2011 a Terrasini Travelexpo 2011

Con il beneaugurante payline “La fortuna di esserci”, Travelexpo tocca il traguardo delle 13 edizioni. Un obiettivo che testimonia il livello di maturità raggiunto dal Salone Internazionale del turismo made in Sicily
e soprattutto l’apprezzamento che riscuote nel mondo del turismo nazionale.
La fortuna di esserci per una selezionata cerchia di espositori che riesce a ottenere uno spazio espositivo nell’appuntamento di tutti ma non per tutti.
La fortuna di esserci per ogni visitatore che in tre giorni riesce a sviluppare, a casa propria, contatti ed incontri con i migliori operatori del panorama turistico nazionale e non solo.
La fortuna di esserci anche per il mercato siciliano che considera Travelexpo la sua borsa per il turismo!
Sarà dunque tutta all’insegna della fortuna questa tredicesima edizione di Travelexpo che, non a caso, si concluderà domenica 17 aprile 2011 dopo tre giorni di incontri esclusivamente B2B iniziati venerdì 15 aprile
all’Hotel Città del Mare di Terrasini.

Buon Travelexpo e… buona fortuna!

Ci vediamo il 15 – 16 e 17 Aprile 2011 a Terrasini!

 

Terrasini. Documenti del Comune nei cassonetti per la carta

Uno strano caso si è verificato a Terrasini, dove all’interno di contenitori pubblici per la raccolta della carta si trovano anche importanti documenti su carta intestata del Comune, alcuni dei quali sono andati in fiamme. Si tratta di atti del 2008, 2009 e 2010, sui quali è ben in vista anche la firma dei funzionari dell’ente locale. Proposte di deliberazione da sottoporre all’approvazione del consiglio comunale per il riconoscimento dei debiti fuori bilancio ma anche documenti del collegio dei revisori dei conti, sono stati dunque gettati all’interno dei cassonetti.
OVVIAMENTE QUESTA NON E’ LA PRASSI GIUSTA PRE SMALTIRE DOCUMENTI COSI’ IMPORTANTI, MA CI INFORMEREMO PER CAPIRE COME E’ STATO POSSIBILE IL VERIFICARSI DI QUESTO INCRESCIOSO EPISODIO…

Tratto da Teleoccidente

Terrasini. Giuseppe Cammilleri ufficializza candidatura a sindaco

Giuseppe Cammilleri è il quarto candidato a sindaco di Terrasini. Sostenuto da cinque liste civiche, Cammilleri ci riprova a guidare il suo paese; infatti già nel 2007 era stato in lizza. Funzionario comunale di 59 anni, vanta una lunga esperienza politica. Non si dichiara espressione di nessun partito e alle elezioni sarà sostenuto da ben cinque liste civiche, di diverso orientamento, dal Pdl al Pd all’area centrista. Giuseppe Cammilleri sfiderà alle amministrative Antonio Giannettino, Giuseppe Anselmo ed Antonio Gallina, anche se non è escluso che in settimana anche Massimo Cucinella (ex assessore della giunta Consiglio) ufficializzi la propria candidatura. Cammilleri pone al centro del suo programma elettorale, la costruzione di una classe dirigente in grado di rilanciare Terrasini.

GIUSEPPE CAMMILLERI
Candidato sindaco Terrasini

 

Slitta la data per l’introduzione del pedaggio autostradale, ma la protesta continua

Non scatterà dal primo maggio il pagamento delle autostrade siciliane. Ma l’Anas ha già deciso il sistema di pagamento che sarà installato non appena arriverà il via libera dal governo nazionale. Previsto un sistema misto tra telepass e fotocamere, simile a quelle degli autovelox che fotograferanno le targhe delle auto e verificheranno, attraverso un sistema informatico se l’automobilista ha pagato o meno. Quindi al momento, nessuno stop all’introduzione del pedaggio, ma soltanto uno slittamento rispetto alla data fissata per il 1 maggio, perché manca ancora il decreto congiunto dei ministri dell’economia e delle infrastrutture che stabilisce tariffe e fasce di esenzione. Gli uffici sono al lavoro e manca soltanto un documento per introdurre ufficialmente i pedaggi, dicono dal Ministero delle Infrastrutture. L’Anas chiede di fare in fretta, visto che dal primo maggio non riceverà più un euro dalla Stato su disposizione della legge finanziaria Tremonti. La società che gestisce la rete autostradale, ha già fatto la gara d’appalto per la gestione dei pagamenti. A vincerla è stata la società “Autostrade per l’Italia” della famiglia Benetton. Anche se tecnicamente non è stato firmato alcun contratto. Il sistema di pagamento previsto sarà quello dei telepass per chi ha già questo tipo di abbonamento. Gli altri automobilisti invece dovranno utilizzare un altro sistema simile alle ricariche telefoniche, che potrà essere acquistato nei tabacchini. Il costo non sarebbe più di 1,50 euro ad ogni ingresso in autostrada. Ma di 7,50 euro ogni 100 chilometri, calcolati per ogni singolo chilometro percorso. Quindi per spostarsi da Terrasini a Palermo, andata e ritorno per un totale di quasi 60 chilometri, si dovrebbe pagare circa 4 euro. Per chi si sposta da Alcamo verso il capoluogo siciliano, totale 100 chilometri, andata e ritorno, pagherebbe 7,50 al giorno che in mese, diventano ben 187 euro per chi viaggia per lavoro. Intanto cresce il fronte della protesta, trasversale da tutti i partiti. “Pagheremo il pedaggio solamente quando le nostre autostrade saranno come quelle del nord” dice Pippo Fallica di Forza del Sud. “Ma con chi c’è l’ha Fallica? Forse è confuso, qualcuno gli spieghi che ad imporre i pedaggi sono i suoi alleati, è il governo Berlusconi a volerli.” ribatte Pino Apprendi del Pd. Si mobilita anche la politica locale. Dopo il sit-in di protesta organizzato domenica scorsa, questa sera alle 21 in una riunione all’Hotel Azzolini di Villagrazia di Carini, aperta al pubblico, saranno intraprese iniziative di protesta più eclatanti per cercare di bloccare l’introduzione del pedaggio.

Tratto da Teleoccidente

Terrasini. Minorenne partinicese in manette per rapina in pizzeria

Rapina, insieme ad altri tre complici ancora ricercati, una pizzeria a Terrasini, ma viene identificato ed arrestato. Le manette sono scattate ai polsi di un 17enne partinicese D.M.L, che ieri ha fatto irruzione in un pizzeria in via Partinico, con il volto coperto ed una pistola in mano, risultata poi essere una scacciacani. Sotto la minaccia dell’arma i banditi si sono fatti consegnare dal titolare il portafogli contenente circa 135 euro, non soddisfatti però hanno rovistato anche nella cassa, magro il bottino, appena 15 euro. I quattro delinquenti sono poi fuggiti. Ma un giovane, che li aveva notati dentro il locale, ha immediatamente allertato i carabinieri e ha seguito uno degli autori, il minorenne, che e’ stato cosi’ rintracciato ed ammanettato con l’accusa di rapina in concorso. Al momento del fermo, il 17enne aveva ancora con se, la mascherina bianca con la quale si era coperto il viso per la rapina e la scacciacani. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso il centro di prima accoglienza per minori “Marisa Bellissario” a Palermo, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Intanto i Carabinieri della Compagnia di Carini, stanno ancora indagando per individuare gli altri tre autori della rapina alla pizzeria di Terrasini.

Carini. Morte di uno scooterista, rinviata a giudizio ditta di Terrasini

Il Gup di Palermo, Giangaspare Camerini, ha rinviato a giudizio Matteo Lo Piccolo, 45 anni, titolare della ditta Siem di Terrasini, per omicidio colposo. La ditta si è infatti occupata del rifacimento del manto stradale per conto dell’Enel che, in via Cristoforo Colombo a Carini, aveva eseguito lavori alla rete elettrica nel sottosuolo. L’asfalto, però, non era omogeneo e presentava un avvallamento di circa 10 centimetri che, secondo il giudice, potrebbe essere stata la causa della morte di Giovanni Ferrante, 39 anni, che il 28 maggio 2008 è deceduto dopo essere passato sulla piccola buca con il proprio scooter. L’uomo è morto sul colpo, mentre la moto è scivolata per circa 50 metri dopo l’impatto. I familiari di Ferrante (la moglie, la figlia ed i sei fratelli) si sono costituiti parte civile, con l’assistenza degli avvocati Renato Baucina, Jimmy D’Azzò ed Ennio Tinaglia, mentre il titolare della Siem è difeso da Giuseppe Gianbanco e Carlo Ventimiglia. Dunque, secondo la Procura, un piccolo avvallamento presente nel tratto di strada di via Cristoforo Colombo a Carini, avrebbe determinato l’incidente che ha portato poi alla morte di Ferrante. Il processo si aprirà il 17 giugno prossimo, davanti al giudice monocratico della sezione di Carini del Tribunale di Palermo.

La foto inserita non si riferisce ai fatti.

Controlli a tappeto dei CC tra Terrasini e Balestrate

Prosegue senza sosta l’attività di controllo da parte delle forze dell’ordine mirata al controllo del territorio. Nelle scorse ore la Polizia del commissariato di Partinico ha passato al setaccio diverse attività commerciali. I titolari di tre discoteche, due a Terrasini e una a Balestrate, sono stati denunciati perché i locali dove si svolgevano le serate danzanti, non erano provvisti del certificato di agibilità e della licenza per organizzare spettacoli musicali. Gli agenti hanno inoltre chiesto il sequestro preventivo delle strutture. Nell’ambito dei controlli, un partinicese è stato denunciato perché deteneva una decina di armi senza le dovute autorizzazioni. Una autoofficina a Partinico è stata chiusa perchè il locale dove venivano effettuate le riparazioni era abusivo. Il titolare è stato denunciato e multato con 5,000 euro di ammenda. La struttura è stata confiscata. In un cantiere edile sono state riscontrate 8 irregolarità per quanto riguarda l’infortunistica sul lavoro. Il titolare di un autosalone è stato denunciato perchè non ha ottemperato ad una ordinanza di chiusa del sindaco. Altri controlli inoltre sono stati effettuati dalla Polizia con l’ausilio dei vigili urbani 5 bar e 3 locali di intrattenimento sono stati ispezionati ma non sono state riscontrate irregolarità.